” L’atleta degli Dei “: L’alba del Pentathlon

 In Senza categoria

L’invenzione del pentathlon moderno è da attribuire niente meno che a Pierre De Coubertin, il fondatore delle Olimpiadi della nostra epoca.

Ispirandosi al modo in cui gli spartani intendevano questo sport, De Coubertin volle fare del pentatleta il prototipo del soldato della sua epoca.

Il pentathlon moderno fu introdotto per la prima volta nei Giochi d Stoccolma 1912, ma prese la sua forma attuale a Los Angeles 1932.

Cinque le discipline che lo compongono:

  1. Scherma
  2. Nuoto
  3. Equitazione
  4. Corsa
  5. Tiro a segno.

Originariamente l’evento durava quattro o cinque giorni, ma con il passare degli anni e l’introduzione, a partire da Londra 2012, dell’evento combinato di corsa e tiro, si è arrivati a far svolgere tutte le prove in un’unica giornata.

La prima gara di pentathlon moderno si svolse alle Olimpiadi del 1912, e venne vinta dallo svedese Gösta Lilliehöök.

Dal 1912, anno della sua introduzione, il pentathlon moderno ha sempre fatto parte del programma olimpico e data l’ispirazione militare della disciplina la competizione era solo maschile.

Soltanto da Sydney 2000 è stata istituita anche la gara per le donne.

La massima autorità mondiale del pentathlon moderno è l’Unione Internazionale Pentathlon Moderno (UIPM), mentre in Italia è la Federazione Italiana Pentathlon Moderno (FIPM).

Post recenti